Fiori a domicilio a Firenze

GIRASOLI

GIRASOLI
08/06/2020 Ezio de Angelis
Girasoli

I giorni estivi diventano davvero festosi con questo maestoso fiore estivo.

È un fiore simpatico e luminoso, energico e carico di positività, come il colore giallo. Simboleggia il sole ovviamente e significa gioia, allegria, vivacità. E’ l’ideale per esprimere amicizia, gratitudine o portare buonumore. E’ il regalo perfetto per un’amicizia solare amante dei colori delle tinte forte e vivaci.

 

 

Il Girasole

Si chiama cosi perché in natura gira con il sole durante il giorno! Non vuole mancare un solo raggio e di notte il fiore gira di nuovo verso est, questo fenomeno si chiama eliotropismo.
Altra caratteristica del Girasole è quella di essere un fiore “multiplo”. Infatti, quello che vediamo di un color giallo acceso non è il fiore, bensì un insieme di fiori disposti secondo un preciso schema a spirale (34 in un senso e 55 nell’altro) che, come accennavamo, prende il nome di infiorescenza.

 

 

I girasoli garantiscono senza dubbio una sana dose di sole estivo.
Il girasole simboleggia spesso il sole e l’amore, l’allegria, la solarità e la vivacità.
Regalare quindi un fiore di Girasole equivale a rimarcare il carattere gioioso e allegro. Carattere con cui, la persona che lo riceve, affronta la vita. Sono ideali per celebrare il raggiungimento di un importante traguardo, come una laurea o un successo lavorativo. Si possono per questo donare da soli o all’interno di un bouquet più variegato.

Il nome ufficiale del girasole è Helianthus! Una combinazione delle parole greche “helios” (sole) e “anthos” (fiore).
Nella mitologia greca, narrata da Ovidio nelle Metamorfosi, la ninfa Clitia si innamorò del dio sole Apollo. Sebbene Clytia fosse molto bella, Apollo non ricambiava il suo amore. Di conseguenza Clytia morì di un cuore spezzato, fu trasformata in un girasole e quindi segue costantemente il sole per poter vedere il suo dio del sole. Il girasole proviene dal Nord Sud America i nativi americani mangiarono i semi del fiore con fagioli, mais e zucche.

PRENDERSI CURA DEI GIRASOLI

Per prolungare l’estate nel tuo vaso:

-Taglia gli steli in diagonale.
-Rimuovi le foglie in eccesso dagli steli.
Metti i fiori in un vaso pulito, preferibilmente in vetro, con acqua di rubinetto e temperatura ambiente.
-Aggiungi del cibo per fiori reciso.
-Riempi regolarmente il vaso, perché i girasoli hanno sete.
-Posiziona il vaso in un luogo fresco lontano dalla frutta e non in pieno sole.
-Prendi in considerazione il peso dei girasoli. Quindi scegli un vaso robusto.

…I girasoli e Fibonacci
“La fillotassiè la disposizione caratteristica, e costante per ogni specie vegetale,secondo cui le foglie si inseriscono sui rami, o secondo cui si dispongono i semi ogli stami di alcuni fiori. Uno dei problemi aperti della botanica è capire quali so-no i meccanismi della fillotassi e come mai alcune disposizioni sono in naturamolto più comuni di altre.La fillotassi dei fiori ha sempre affascinato i matematici. L’esempio più famoso inassoluto è quello dei girasoli. Esaminando la disposizione dei semi di girasole nel-la calatide (la tipica infiorescenza a capolino) si osservano due famiglie di spirali,composte la prima da curve ruotanti in senso antiorario, l’altra da curve ruotantiin senso orario. Ebbene, in moltissimi casi i numeri di curve che compongono le duefamiglie sono due numeri di Fibonacci consecutivi! “
-M.ABATE-